• Menu
  • Menu
Crescere Giorovagando_Sicilia_Favignana

Favignana: la farfalla del mediterraneo

Favignana è una deliziosa farfalla che vola sul mar mediterraneo. Eh sì perché la sua forma fa pensare ad una leggiadra farfalla dipinta di un bell’azzurro come le sue meravigliose acque che lambiscono le spiagge da sogno.

E’ un ambita meta turistica tra le più belle e ricercate di tutto il mediterraneo sia dagli appassionati di immersioni che dai semplici vacanzieri.
Appartiene all’arcipelago delle Egadi e si trova a circa 7 km dalla costa nord occidentale della Sicilia, all’altezza di Trapani e Marsala.

L’isola: L’isola: come arrivare, dimensioni e clima

Favignana è raggiungibile esclusivamente via mare, non esiste infatti un aeroporto sull’isola. Ci si può imbarcare in un aliscafo o in un traghetto che partono dal porto di Marsala o di Trapani. Se si sceglie di raggiungere la Sicilia in aereo vi consiglio di arrivare a Trapani, aeroporto e porto sono infatti molto vicini tra loro. Potete raggiungere il porto attraverso il servizio di autobus o affidandovi ai molteplici taxi che sostano fuori dall’aeroporto. Noi, per non perdere troppo tempo, abbiamo scelto questa seconda opzione. Il traghetto ci impiega circa 30 minuti per compiere la traversata e ci sono più di 15 corse al giorno in alta stagione. Vi consiglio di prenotare in anticipo il biglietto, il cui prezzo medio è di circa 70€.

L’isola non è molto grande, lunga 9 km e larga circa 4,3 km, è prevalentemente selvaggia e ricoperta da macchia mediterranea data da arbusti cespugliosi e boschi di pini marittimi.
Il paese sorge intorno ad una insenatura naturale ed è molto caratteristico. Le sue case bianche con le finestre azzurre e verdi rendono Favignana unica agli occhi dei turisti, recentemente tutelata anche dalla soprintendenza dei beni culturali.

Il clima dell’isola è caldo e temperato. Difficilmente in estate piove.
L’isola risente anche dei venti di Scirocco e Tramontana che influiscono sulla tranquillità del mare, è sempre bene capire quale tipo di vento soffierà prima di scegliere le spiagge da visitare.

Cosa vedere a Favignana

Le spiagge

Favignana è ovviamente famosa per le sue meravigliose spiagge. Ce ne sono moltissime e di svariate tipologie, da quelle attrezzate e di sabbia bianca finissima a quelle di ciottoli e scogli. Non tutte però sono adatte alle famiglie e ai bambini piccoli, purtroppo alcune, come la bellissima Cala Rossa, sono difficilmente raggiungibili.


Quando visitiamo Favignana io sono incinta di 6 mesi e nonostante non sia un tipo sedentario ho dovuto pormi dei limiti. La straordinaria Cala Rossa l’ho lasciata agli altri, con gran dispiacere! Confrontandomi infatti con alcuni abitanti del posto, sono stata fortemente sconsigliata di visitarla per il sentiero da percorrere a piedi sconnesso e ripido, per niente adatto a donne in gravidanza e ai bambini piccoli. Ho solo potuto vedere delle bellissime cartoline nei negozi del centro.

Gran parte dell’sola però è fattibile, ve lo dice chi l’ha girata in lungo e in largo con il pancione. Per raggiungere le spiagge abbiamo sempre usato i mezzi pubblici. Davanti al nostro appartamento infatti vi era la comodissima linea degli autobus che permette di raggiungere tutte le spiagge con orari molto comodi e frequenti. Nell’isola, ad ogni modo, ci sono ovviamente noleggi auto e scooter che potete prenotare prima di arrivare. E’ difficile infatti trovare un mezzo soprattutto se ci andate in alta stagione.

Una delle spiagge senz’altro più bella e a portata di bambino è la splendida Lido Burroni. Si tratta di un incantevole spiaggia attrezzata situata sulla costa sud orientale di Favignana ed è praticamente l’unico lido esistente. Vista la sua straordinaria bellezza è quasi sempre presa d’assalto e quindi affollatissima. Altra spiaggia veramente degna di nota è Cala Azzurra. E’ una spiaggia di sabbia caratterizzata da un mare sempre calmo perché si trova in un insenatura protetta da venti. L’acqua è trasparente e il fondale molto basso. Una spiaggia molto carina e adatta ai bambini è Praia di Favignana che si trova molto vicino al centro. Qui potrete trovare un arenile sabbioso con tutti i confort, lettini e ombrelloni. Molto comodo per chi soggiorna nelle vicinanze del paese come abbiamo fatto noi. Vi è poi Cala Rotonda, anche detta Approdo di Ulisse, che sembra un piccolo porto naturale. La si riconosce da un particolarissimo arco in pietra, Arco di Ulisse. Nelle sue vicinanze ci sono piccole calette facilmente raggiungibili a piedi da tutti.


Favignana è ricca di belle spiaggette dove poter rilassarsi, basti pensare a Calamoni che si trova nella parte meridionale dell’isola ed è caratterizzata da calette rocciose e sabbiose e da un mare azzurro intenso. Poco più avanti trovate Punta Longa dove sorge un piccolo villaggio di pescatori ed è caratterizzata a da scogli frastagliati.
Proseguendo in direzione del faro, verso Punta Sottile, vi sono numerose spiaggette di sabbia, ciottoli e scogli, il cui mare è incantevole, trasparente e veramente bello.
Durante la nostra settimana di vacanza, ci dirigiamo spesso in questa zona, perché non essendo attrezzata è molto meno affollata, inoltre possiamo godere di panorami mozzafiato e della natura selvaggia, proprio come piace a noi.


 La sera a Favignana il paese si anima. La piazza principale è ricca di locali, negozi, ristoranti dove passare delle belle serate tra buona musica e la cucina siciliana.

Spesso nei dintorni del porto potete trovare anche dei mercatini di artigianato locale, ancora conservo con me degli splendidi orecchini in cartapesta.
Anche al mattino il paese è molto vivo soprattutto nella zona del porto dove è possibile comprare pesce fresco.

La Tonnara di Favignana

Favignana è anche famosa per la sua Tonnara, chiamato anche Ex Stabilimento Florio delle Tonnare di Favignana e Formica.
La si trova nelle vicinanze del paese ed è un antico stabilimento dove veniva conservato il pescato. Si tratta di una delle più grandi tonnare di tutto il Mediterraneo.
Per poterla visitare si paga un biglietto di ingresso anche se in realtà la visita guidata è gratuita. La tonnara è ormai un vero e proprio museo, attraverso video, immagini e racconti iniziamo un viaggio nel passato che parte da Cartagine fino a giungere a Genova, alla storia della famiglia Florio e al momento di massima attività della tonnara qui a Favignana. L’ambiente conserva numerosi reperti, dalle attrezzature per la mattanza, come reti e vecchie imbarcazioni, a quelle per la conservazione del tonno. Ci sono anche le prime scatole di tonno la cui grafica ci riporta a quegli anni. Anche la struttura è molto bella e molto ben conservata, ampie arcate si aprono sul mare rendendo la nostra visita davvero suggestiva.
La visita non dura molto ma vi assicuro che vi sembrerà di aver attraversato anni e ne uscirete ammaliati. Vale la pena, tra un bagno e l’altro, di vederla.

Il Castello di Santa Caterina


A Favignana potrete ammirare da lontano anche l’antico Castello di Santa Caterina. E’ raggiungibile attraverso un sentiero che dal centro dista circa 45 minuti a piedi. La fatica che si fa per salire sarà ampiamente ripagata dal panorama mozzafiato di cui si può godere dall’alto. Si vede infatti benissimo tutta Favignana e in lontananza anche l’isola di Levanzo e Marittimo.
Un vero peccato lo stato di abbandono in cui versa. Sarebbe bello poterlo visitare all’interno, chissà magari più avanti lo sistemeranno per restituirlo al suo antico splendore.